Il 3° Rally del Piemonte suona la Marsigliese
Ancora un successo per la gara organizzata dalla Aeffe Sport & Comunicazione che, grazie anche alle condizioni meteo favorevoli, ha visto assieparsi lungo il percorso un folto pubblico di appassionati. Le colline di Alta Langa hanno sorriso ai transalpini Audirac-Lazzarini ( Renault Clio Super 1600)

DOGLIANI (CN), 29 ottobre - Suona l’inno nazionale francese in piazza Umberto I a Dogliani per salutare la vittoria di Cyril Audirac, affiancato dal navigatore corso Jena Paul Lazzarini sulla Renault Clio S1600, che si impongono nella gara dell’Alta Langa con un vantaggio di 11”5 su Matteo Giordano, affiancato da Vilma Grosso, ancora una volta secondo nel rally cuneese. Il successo dell’equipaggio transalpino è maturato grazie ad un deciso attacco nella prima prova del mattino, la “Ciglié-1”, quando sceglie coraggiosamente di montare gomme morbide che li aiuta a siglare il migliore tempo di speciale, con 6” netti su Giordano-Grosso. La successiva “Pascomonti” richiederebbe pneumatici più duri, ma il francese è bravo a siglare il secondo tempo concedendo appena 8/10 al determinato Giordano. Il pilota nizzardo chiude i giochi nella successiva “Cornole” allungando di 3”2 su Filippo Bravi-Enrico Bertoldi, vincitori della scorsa annata e terza forza in campo in questa edizione e ben 4”3 sul cuneese  Matteo Giordano. A quel punto Audirac-Lazzarini controllano la situazione, concedendo le successive due prove speciali a Matteo Giordano, ma con vantaggi minimi che non mettono in pericolo la leadership dell’equipaggio transalpino che si prende il lusso di vincere anche l’ultimo tratto cronometrato per sigillare una vittoria importante..
Ancora una volta Matteo Giordano sale sul podio dopo il terzo posto del 2015 e la seconda piazza della scorsa stagione, confermando uno stato di forma eccellente, riuscendo a superare il friulano Filippo Bravi, che ha pagato le difficoltà di adattamento alla Renault Clio S1600, dopo un anno passato al volante della piccola Twingo R1 a trazione posteriore, decisamente molto diversa da guidare.....
LEGGI TUTTO IL COMUNICATO STAMPA